DAVIDE PAPURELLO

Scarica il contatto come vcard Foto

Ricercatore a tempo determinato Legge 240/10 art.24-B

+39 0110908505 / 8505 (DENERG)

Gruppi di ricerca Gruppo di Ricerca M3ES
Progetti di ricerca

Finanziati da bandi competitivi

  • Sistema energetico contro terra e metodo per scambiare calore tramite tale sistema, (2020-2021) - Responsabile Scientifico di Struttura

    Ricerca da Enti privati e Fondazioni

    ERC sectors

    PE8_3 - Civil engineering, architecture, maritime/hydraulic engineering, geotechnics, waste treatment

    SDG

    Obiettivo 7. Assicurare a tutti l’accesso a sistemi di energia economici, affidabili, sostenibili e moderni

    Abstract

    Il sistema energetico oggetto di deposito brevettuale è un sistema contro-terra che si propone di attrezzare esternamente le superfici a contatto con il terreno di un edificio per i fini di scambio termico e riscaldamento/condizionamento. La tecnologia nella maggioranza dei casi permette un parziale soddisfacimento dei requisiti di approvvigionamento da fonte rinnovabile e dei carichi termici.Questo progetto intende quindi sviluppare la maturità industriale della tecnologia tramite un dimostratore di una piccola rete energetica che integri il sistema controterra con ulteriori contributi energetici più “tradizionali” (solare termico) per realizzare un sistema autonomo, completo e sostenibile per l’utente finale. Ciò costituirà un indubbio incremento dell’interesse commerciale riguardo la tecnologia rimuovendo uno dei fattori di maggior criticità in fase di scelta del sistema di riscaldamento/raffrescamento da parte dei professionisti delle progettazione.L’avanzamento della maturità tecnologica verrà raggiunto tramite l’implementazione di un campo sperimentale esistente. Tale dimostratore trarrà profitto da alcune precedenti infrastrutture sperimentali per integrare un sistema a collettore solare con il sistema energetico contro terra anche mediante una logica di automazione per l’ottimizzazione dei flussi energetici. La capacità del sistema di rispondere alle necessità dell’utente in una molteplicità di situazioni climatiche verrà dimostrata aumentando le capacità di testing del campo mediante il controllo del contenuto d’acqua nel terreno soggetto allo scambio termico.Nell’ottica di una più spinta industrializzazione del sistema contro-terra, si studierà anche l’ottimizzazione della produzione dei circuiti scambiatori individuando soluzioni materiali e progettuali per la prefabbricazione degli elementi modulari.

    Paesi coinvolti

    • ITALIA

    Strutture interne coinvolte